Famiglie e studenti

Dalla Lombardia alla Sicilia, migliaia di bambini non vaccinati

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24


E' la Lombardia, che pure vanta alti tassi di copertura, la regione con il maggior numero di bimbi sotto i 6 anni che rischiano di non poter accedere a scuola materna o al nido perché non vaccinati: circa 17.000. In Veneto i bimbi non vaccinati sotto i 6 anni che non potranno andare all'asilo sono 7.000. In Friuli Venezia Giulia i non vaccinati sono circa 3.000. È quanto emerge dai dati raccolti dall'Ansa interpellando i referenti delle Regioni.

Per arginare il progressivo calo delle vaccinazioni la legge Lorenzin, emanata nel 2017, ha reso obbligatori per bimbi e ragazzi sotto i 16 anni dieci vaccini (anti-polio, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella).

La legge, oltre a sanzioni per i genitori che non fanno vaccinare i figli, prevede anche il divieto di accesso al nido e alla materna per chi non è in regola. Cosa che riguarda ancora molti alunni.

Dall'indagine nelle regioni emerge che in Lombardia per l'esavalente sarebbero 15.475 i non
vaccinati sotto i 6 anni e per la trivalente invece le mancate somministrazioni sono 17.237 (spesso chi non fa la prima non fa neanche la seconda). In Veneto a inizio settembre, sono 3.113 i bambini in età da asilo nido e altri 3.670, tra i 3 e i 6 anni, pronti per la materna, per un totale di 6.783, a cui saranno impediti gli accessi ai servizi. In Piemonte superano il 95% i nuovi nati immunizzati con il vaccino esavalente ed è in calo, rispetto al giugno 2018 quando erano circa 8.000, il numero dei bambini tra gli 0 e i 6 anni non in regola con i vaccini. Sono
circa 3 mila i bambini non vaccinati in Friuli Venezia Giulia che, se non regolarizzeranno la loro posizione, rischieranno di non aver accesso all'asilo nido o alla scuola dell'infanzia. In
Sicilia il 96% circa ha effettuato i vaccini mentre 1.865 sono inadempienti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA