Famiglie e studenti

A settembre due nuove sfide per i giovani talenti italiani

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Settembre 2019 è un mese di grande rilevanza per i giovani talenti: ci sono due eventi internazionali; ma soprattutto parte l'edizione 2020 di “I giovani e le scienze”.

Dal 13 al 18 settembre è in programma a Sofia in Bulgaria la 31a finale di Eucys-European union contest for young scientists. Sono attesi 155 studenti da 39 Paesi con un centinaio di progetti. L'Italia compete con 2 ragazze e 3 ragazzi selezionati da Fast e autori di tre contributi:
Elisa Seghetti (2000) dello Scientifico Galileo Ferraris di Torino presenta uno studio nel campo delle scienze sociali: “OnMind: un sistema di monitoraggio e supporto per depressione e bipolarismo stagionale”;
Fabio Rinaldini (2000), Istituto Cardano di Milano, porta il lavoro di ingegneria “Piattaforma motorizzata per microscopi invertiti Olympus IX 50 e IX 70”;
Gabriele Merlo, Cristina Caprioglio, Andrea Zeppa, tutti del 2001, Istituto Sobrero di Casale Monferrato (Al), si presentano con un contributo in chimica “Prunosom. Dalle foglie alle creme anti-age: la magia dei liposomi e degli antiossidanti vegetali”.

«Eucys, fin dal suo avvio nel 1989, è l'evento fondante per I giovani e le scienze, selezione degli studenti italiani eccellenti per le sfide mondiali» commenta il presidente della Fast Angelo Bargigia. «Partendo da questa esperienza la Federazione apre le porte ai concorsi internazionali più rappresentativi per i nostri futuri “Leonardo”».

Esi-Expo sciences international di Milset si svolge ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi dal 22 al 28 settembre. Si confrontano più di 2000 giovani da 69 paesi dei cinque continenti con oltre mille stand. La Giuria Fast ha scelto per rappresentare l'Italia 17 studenti con 7 progetti:
Alberto Ricatto e Mattia Scagliola, classe 2000, portano dal Cocito di Alba: “PAX”;
Ilaria Serino (2000), Mario Pepe (2001), Marco Pirozzi (2000), Istituto Bosco Lucarelli di Benevento, sono gli autori di “Geoamp-Amplificatore a basso rumore per sismografo (ed altre applicazioni in campo medico)”;
il Galilei di Jesi (AN) invia sei finalisti, tutti nati nel 2000, con due proposte. Maria Caliri, Tamara Fontana, Sara Pierdicca, vincitrici anche del riconoscimento della SCI, partecipano con “Lievitazione del pane e rapporto tra i coenzimi NAD+/NADH”; Luca Barigelli, Federico Giancarli, Alessio Petrellini, sono gli autori di “Sughero e composti organici”;
dal Belluzzi-Da Vinci di Rimini arrivano Lorenzo Benedettini e Lorenzo Tabarrini, ancora del 2000, vincitori del riconoscimento AICA; portano “Smart School 4.0”;
Rebecca Oliaro (2001) e Beatrice Maraglino (2000), del Marconi di Tortona, sono le autrici di “Ossido di zinco. Quando la chimica aiuta l'uomo e l'ambiente”;
Luca Catalano ed Emanuel Buttaci (2000), premiati anche dalla Fondazione Salvetti, vengono dal Ferraris di Torino con “Cave Beast: la speleologia attraverso i robot”.

«L'auspicio è che questi 10 studenti e 7 ragazze vivano la loro esperienza indimenticabile, come sempre avviene nelle iniziative di Milset», puntualizza Alberto Pieri, segretario generale della Fast e responsabile del concorso italiano.

E mentre questi 22 finalisti si impegnano a tenere alta l'immagine scientifica dell'Italia in Bulgaria e negli Emirati Arabi, la Fast lancia la 32a edizione de I giovani e le scienze, selezione dei migliori progetti per Eucys 2020 e per i più prestigiosi appuntamenti internazionali degli studenti meritevoli. Possono aderire singolarmente o in gruppo di massimo tre persone gli allievi delle scuole superiori con più di 14 anni e meno di 21 a settembre 2020.

La scadenza per la presentazione delle candidature e dei lavori alla Fast è confermata per il 24 gennaio 2020. Entro il 21 febbraio vengono comunicati i nomi e i lavori scelti per l'esposizione e la premiazione del 7-9 marzo a Milano. Si riparte dunque con indimenticabili avventure verso nuovi obiettivi nella scienza, nella ricerca e nelle loro applicazioni! Le regole e i moduli di partecipazione sono scaricabili dal sito Fast www.fast.mi.it e direttamente da www.igiovanielescienze.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA