Famiglie e studenti

Puglia, drastico crollo delle scuole in reggenze: quest’anno sono circa 50

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

L’Usr della Puglia ha assegnato le 112 istituzioni scolastiche del territorio ai nuovi presidi vincitori del concorso. Oltre i 112 ci sono 5 nuovi dirigenti scolastici ammessi con riserva, per i quali è stato accantonato il posto fino a quando non sarà definito il contenzioso pendente.

Il comunicato dell’Usr
A renderlo noto è un comunicato stampa dell’Usr Puglia. Il risultato generale vede la soddisfazione sulle prime 3 preferenze espresse dai neo dirigenti per circa il 60%. Difatti il 33,93% (n.38) è stato soddisfatto sulla prima scelta; il 15,18% (n.17) sulla seconda scelta e il 9,82% (n.11) sulla terza scelta. I nuovi dirigenti scolastici sono 78 donne e 34 uomini. La fascia di età maggiormente rappresentativa è quella che va dai 41 ai 50 anni con circa il 61% (68 unità). Inoltre, il 75% (n.84) dei neo assunti dirigenti scolastici proviene dalla Puglia. Il 17,86% (n.20) proviene dalla regione Campania. Due provengono dalla regione Basilicata (1,79%), 5 (4,46%) dalla regione Molise ed uno solo proviene dalla regione Lazio.

Un altro dato interessante dei nuovi dirigenti scolastici è che 24 sono docenti di scuola primaria, 1 di scuola dell’infanzia, 22 di scuola secondaria di 1° grado, 63 di scuola secondaria di 2° grado e 2 docenti di sostegno della scuola secondaria di 2° grado. I nuovi dirigenti sono stati assegnati su 87 scuole di 1° ciclo (infanzia, primaria e secondaria di 1°
grado) e 25 di 2° ciclo (secondaria di 2° grado). È così drasticamente diminuito il numero di scuole che saranno assegnate a dirigenti scolastici in reggenza: nel prossimo anno scolastico saranno solo le 40 scuole sottodimensionate, oltre una decina di scuole dimensionate che, a vario titolo, risultano non disponibili per nuovo incarico dirigenziale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA