Famiglie e studenti

Allarme Cisl Scuola: a settembre c’è il rischio che si arrivi a 150-170mila supplenze

di Cl. T.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Il 2019 rischia di essere un anno record per le supplenze nelle scuole italiane.

I numeri sindacali
A sostenerlo sono i sindacati della scuola. I conti sono presto fatti: 58mila circa sono i posti risultati disponibili per i quali il ministro Marco Bussetti ha chiesto l’immissione in ruolo. Tuttavia ogni anno mancano gli aspiranti, soprattutto per le cattedre di sostegno: la Cisl calcola che circa 28mila posti rimarranno senza assunzioni. Quota 100 poi ha peggiorato il quadro: a seguito dei pensionamenti con il provvedimento del governo, si stanno liberando altre 20 mila cattedre. C’è infine la quota di supplenze “ordinaria” che ogni anno si aggira intorno alle 100mila.

«Il conto è presto fatto - dice Maddalena Gissi, leader della Cisl scuola - almeno 150-170 mila cattedre saranno ricoperte da supplenti. Chiediamo al ministro Bussetti di presentare quanto prima il decreto legge» dove si prevede che il nuovo concorso per circa 48 mila unità veda una parte riservata ai precari di terza fascia, «così da avere una situazione più stabile almeno dal settembre 2020».


© RIPRODUZIONE RISERVATA