Famiglie e studenti

Continua a calare il numero degli studenti nuovi iscritti, soprattutto nella primaria

di Scuola24

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Sono state oltre 1,5 milioni (1.553.278) le iscrizioni al nuovo anno scolastico per le prime classi delle scuole primarie, secondarie e di primo e secondo grado: lo rende noto il Miur, segnalando che sono state circa 1 milione le domande presentate alle scuole del primo ciclo (473.294 alla scuola primaria e 537.330 alla scuola secondaria di primo grado) e 542.654 le domande ai percorsi di istruzione e formazione di secondo grado.


In ogni caso, si sottolinea, «già da qualche anno si assiste a un calo nel numero dei nuovi ingressi più marcato nel caso della scuola primaria che, nell'ultimo anno, registra una perdita di circa 23mila bambini pari al -4,6% mentre il ciclo di scuola secondaria perde altri 20mila studenti. In totale la riduzione di iscritti al primo anno rispetto al 2018/2019 è del 2,75%. Tale andamento segue quanto si riscontra nei dati Istat sulla popolazione residente che vede il numero dei 6enni calare del 4,4% negli ultimi tre anni».


Se nella scuola primaria cala il numero di bambini cresce invece la richiesta del tempo pieno a 40 ore settimanali. Circa il 42% delle domande si orienta per questo tempo scuola e quasi in tutte le regioni si evidenzia una maggior propensione a lasciare i propri figli a scuola con un orario prolungato”. In questo caso Lazio e Piemonte sono le regioni dove la richiesta è maggiore (rispettivamente 59,6% e 58,5% delle domande inoltrate), mentre Campania e Liguria quelle dove si registra un maggior incremento.


Il percorso liceale continua ad essere quello preferito con il 54,6% di iscritti. Negli ultimi tre anni la scelta del liceo scientifico e del liceo classico sono quelle che risultano in costante ascesa: se 1 ragazzo su 4 sceglie di studiare al liceo scientifico, l'opzione delle Scienze applicate, con l'8,2% di iscritti, è quella che registra il maggior incremento (+0,6% rispetto al 2017/2018); per il liceo classico la quota dei nuovi ingressi sale al 6,7%.

C'è poi chi, informa ancora il Miur, con la prospettiva di diplomarsi un anno in anticipo, ha scelto di iscriversi a un percorso quadriennale. Il 75,7% di questi studenti si è orientato verso il percorso liceale, in particolare il gruppo più numeroso è costituito dagli iscritti al liceo scientifico (43,2%).


© RIPRODUZIONE RISERVATA