Famiglie e studenti

Vaccini, il Tar dice no al ricorso sulle multe alle famiglie Rimini

S
2
4Contenuto esclusivo S24


No al ricorso contro le multe decise a Rimini per i genitori che portano all'asilo nido o alla
scuola dell'infanzia i figli non vaccinati. Il Tar dell' Emilia-Romagna ha infatti dato ragione al Comune, rigettando l'istanza cautelare avanzata dai privati che hanno impugnato
l'ordinanza sull'inottemperanza agli obblighi vaccinali.

Ne ha dato notizia la stessa amministrazione comunale. Il Tar ha motivato che «nella comparazione dei contrapposti interessi, risulta manifestamente prevalente la tutela del fondamentale interesse pubblico alla salvaguardia della salute rispetto all'interesse privato fatto valere in giudizio».

Oltre al rigetto dell'istanza, il Tribunale ha anche condannato i ricorrenti in solido al
pagamento degli onorari del giudizio cautelare a favore del Comune. «Una sentenza importante, non solo per Rimini - si legge in una nota del Comune - perché afferma chiaramente come la tutela della salute venga prima di ogni altra cosa. Un risultato che,
crediamo e speriamo, possa finalmente dare certezze al Paese intero».

L'ordinanza prevede una sanzione pecuniaria «da 25 euro a 500 euro, in via breve 50 euro» per ogni giorno in cui i genitori continueranno a portare all'asilo nido o alla scuola dell'infanzia i propri figli non vaccinati.

Inoltre «si dispone il divieto di accesso ai servizi educativi e alle scuole per l'infanzia comunali, privati e statali dei minori i cui genitori non abbiano presentato la documentazione comprovante l'effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie per legge». L'ordinanza resterà valida fino al 30 giugno 2019, data di conclusione del calendario scolastico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA