Famiglie e studenti

Il Rapporto di autovalutazione sbarca all’infanzia: via alla sperimentazione

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Il Rav sbarca all’infanzia: i questionari scendono da 4 a 2 (scuola e docenti), sono peranto eliminati i questionari per genitori e quello per Ds/Coordinatore. Dal 20 maggio sono iniziate le somministrazioni dei questionari Rav Infanzia.

La nota
A comunicarlo è l’Invalsi con una nota indirizzata a presidi e referenti dell’infanzia. La registrazione al Portale Miur è un’operazione propedeutica e obbligatoria ai fini delle attività legate alla sperimentazione.

I questionari saranno compilati esclusivamente online entro il 7 giugno 2019. Dopo tale data non si potranno accettare altri questionari per consentire così di elaborare gli indicatori da restituire alla scuola prima della compilazione del Rav Infanzia. «Dato l’elevato numero di scuole partecipanti, non possiamo accettare questionari cartacei» è scritto nella nota.

I tempi
La prossima settimana arriverà un videotutorial che guida le scuole nella compilazione dei questionari e un testo con le risposte alle domande più frequenti su questa operazione (Faq). Dopo la compilazione dei questionari, già a metà settembre, le scuole potranno pianificare le loro riunioni interne per iniziare le riflessioni autovalutative sulla base del Rav Infanzia cartaceo. A ottobre 2019 si aprirà la piattaforma per la compilazione del Rav Infanzia online e a fine ottobre 2019 chiederemo alle scuole di compilare il questionario di fine sperimentazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA