Pianeta atenei

Periti e geometri, esami al via il 21 novembre

di Eu.B.

C’è una data che gli aspiranti periti industriali e geometri devono cerchiare in rosso sul calendario: il 21 novembre 2019. Quando si terrà il primo scritto dell’esame di Stato. Seguita l’indomani, il 22 novembre, dalla seconda prova. E lo stesso calendario vale anche per agrotecnici e periti agrari. A prevederlo sono le quattro distinte ordinanze firmate dal ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, il 2 maggio scorso e in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Del 21 e 22 si è detto ma in realtà la prima data da tenere a mente è il 19 novembre quando si terrà la riunione preliminare delle commissioni esaminatrici con possibile”coda” già prevista per il giorno dopo. Altra data comune a tutte e quattro le professioni interessate dall’ultimo giro di ordinanze ministeriali (periti industriali, geometri, periti agrari e agrotecnici, tutti con o senza laurea) sono i 30 giorni decorsi dalla pubblicazione in Gazzetta., che rappresentano la dead line per presentare le domande di partecipazione. Che va indirizzata sia al dirigente scolastico della scuola dove si terrà la prova sia al Collegio di appartenenza. Secondo tre possibili modalità: posta elettronica certificata, raccomandata con avviso di ricevimento e «a mano».

Condizione di ammissione per tutti è aver conseguito la maturità, la laurea o il diploma di istituto tecnico superiore, e aver completato il tirocinio professionale. Ovvero che lo completeranno entro il 20 novembre 2019.


© RIPRODUZIONE RISERVATA