Famiglie e studenti

Riparte il premio Facile.it per l’eccellenza in classe, iscrizioni entro il 31 marzo

di Al. Tr.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Promuovere i talenti e le eccellenze presenti nelle scuole pubbliche italiane puntando sui primi cicli di istruzione. È l’obiettivo del progetto Facile.it per la scuola , che quest’anno celebra la terza edizione aprendo il bando di concorso anche alle scuole secondarie di primo grado. Quest’anno i ragazzi sono chiamati a presentare un progetto didattico su 3 categorie: l’innovazione, l’ecosostenibilità e l’inclusione scolastica. I lavori giudicati migliori riceveranno donazioni da 4mila e da mille euro.

Domande entro il 31 marzo
Per partecipare al bando (www.facile.it/scuola.html ), aperto fino al 31 marzo, gli istituti primari e secondari dovranno presentare un progetto didattico che illustri come la scuola intende impiegare la donazione e la tecnologia messa a disposizione da Facile.it. I lavori in gara saranno giudicati da una giuria di esperti formata da Maria Cristina Origlia, giornalista del Sole24Ore e vicepresidente del Forum della Meritocrazia, Alessandra Venneri, Head of Corporate Communications Italia e South East Europe di Kaspersky Lab, azienda impegnata nella sicurezza informatica dei giovani e nella lotta al Cyberbullismo, Daniele Grassucci, co-founder e Head of Content and Communication di Skuola.net e Mauro Giacobbe, amministratore delegato Facile.it . «L’obiettivo - ha detto Giacobbe - è stimolare la creatività dei ragazzi, che saranno le eccellenze di domani, sostenendo le grandi energie e competenze presenti nella scuola italiana, spesso però limitate per le poche risorse a disposizione.».

I progetti realizzati dai vincitori della scorsa edizione
Nel 2017-2018 il concorso ha premiato l’Istituto Comprensivo 2 Panzini di Castellammare di Stabia per il progetto “Chi ha ucciso il fiume Sarno?”: grazie alla donazione di Facile.it è stato possibile allestire un vero e proprio laboratorio scientifico dove gli alunni, insieme agli esperti della Lega Navale e di Legambiente, hanno analizzato alcuni campioni raccolti dalla foce del fiume Sarno e indagato sulle cause che hanno portato al disastro ambientale che ha inquinato il corso d'acqua. Al secondo posto si è classificato l'I.C. Senigallia Sud-Belardi con il progetto “Ti Racconto Senigallia”, che ha coinvolto i ragazzi della scuola primaria nella realizzazione di una guida turistica della città, per bambini, fatta dai bambini, oggi disponibile su venturaedizioni.it. Il terzo posto, infine, è stato conquistato dall'’Ic di Ponte, in provincia di Benevento, che ha partecipato al bando con un progetto incentrato sui temi della legalità, dell'intercultura, dell'educazione civica e ambientale spiegati attraverso il teatro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA