Famiglie e studenti

Emilia Romagna, ai Comuni 6 milioni di euro per assistenza agli studenti disabili

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Ammontano a quasi 6 milioni di euro (su un totale nazionale di 75 milioni) le risorse che il fondo statale straordinario ha assegnato alla Regione Emilia-Romagna per garantire l'assistenza e il servizio di trasporto degli studenti con disabilità delle scuole secondarie superiori.

Il riparto territoriale
A sua volta la Regione ha provveduto a ripartire questa somma a livello territoriale assegnando 1 milione e 189mila euro alla Città metropolitana di Bologna, oltre 518mila euro alla Provincia di Ferrara, a Forlì-Cesena 351mila euro, a Modena 975mila, a Parma 579.430 euro, a Piacenza oltre 331mila, a Ravenna 458mila, a Reggio Emilia circa 902mila euro e a alla provincia di Rimini 445mila euro. La quota assegnata all’Emilia-Romagna nel 2016 fu di 3,9 milioni di euro e 4,9 milioni di euro nel 2017. Con questi soldi i Comuni organizzano il servizio di trasporto tra casa e scuola degli alunni con disabilità e garantiscono i servizi di autonomia e comunicazione personale agli studenti con disabilità fisiche o sensoriali. Le aggiori risorse di quest'anno sono dovute ad un calcolo che attribuisce un maggior peso al numero degli studenti iscritti.

«Chiediamo al governo di rendere il Fondo strutturale»
«Ora chiediamo al governo di rendere strutturale questo Fondo aumentandone lìimporto per rispondere al reale fabbisogno, stimato a livello nazionale in 112 milioni, e chiediamo di anticiparne l'adozione, che quest'anno arriva con mesi e mesi di ritardo», ha spiegato l'assessore alla Scuola Patrizio Bianchi. «Questi finanziamenti – ha aggiunto l’assessore - devono essere erogati alle Regioni almeno all'inizio dell'anno scolastico, per consentire ai Comuni di organizzare al meglio la programmazione dei servizi sul territorio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA