Famiglie e studenti

Bussetti: dal mio arrivo sbloccati 7 miliardi per edilizia scolastica

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Marco Bussetti rivendica lo sblocco di 7 miliardi per l’edilizia. Nella risposta al question time di ieri alla Camera, a proposito delle risorse a disposizione per la sicurezza degli edifici, il ministro dell’Istruzione ha fatto il punto sullo stato dell’arte dei finanziamenti per l’edilizia scolastica.

La programmazione triennale 2018-2020
Il 1° febbraio - ha detto il ministro - è stato «approvato il piano 2018 nell'ambito della programmazione triennale nazionale 2018-2020, stanziando ingenti risorse per l'adeguamento delle scuole alla normativa antisismica e antincendio: ben 1,7 miliardi per il solo anno 2018 per il finanziamento di 858 interventi».

L’antisismica
La disamina di Bussetti prosegue con il decreto di riparto di ulteriori 80 milioni di euro per l'adeguamento sismico degli edifici scolastici. A tal proposito, ha aggiunto, «entro il 13 marzo, le regioni potranno far pervenire al Ministero gli interventi da finanziare». Sempre sullo stesso tema ha rilevato che partendo dai dati dell’Anagrafe dell’edilizia scolastica si è intervenuto «immediatamente, sulle situazioni di maggiore criticità, autorizzando le verifiche di vulnerabilità sismica: 105 milioni per interventi su 1.555 edifici scolastici delle zone a rischio 1 e 2; circa 1 miliardo e 58 milioni di euro per 1.735 interventi che gli enti locali stanno già effettuando». Quanto al nuovo piano 2019 della programmazione triennale il ministro ha confermato che avrà come priorità l'adeguamento sismico e che potrà contare su uno stanziamento complessivo di 1,2 miliardi di euro. «Anche queste risorse sono già state sbloccate ed entro giugno le Regioni potranno inviare al Miur gli elenchi degli interventi da finanziare.

Antincendio
Per quanto riguarda l'adeguamento delle scuole alla normativa antincendio, Bussetti ha spiegato di aver autorizzato, il 2 febbraio scorso, « il Piano nazionale antincendio, intervenendo per la prima volta in modo strutturale nel settore e stanziando 114 milioni di euro per finanziare interventi in ben 2.267 istituti scolastici».

Il conto totale
Nel ricordare il ripristino di 126 istituzioni scolastiche in Molise, in Sicilia, in Veneto e in Liguria in seguito alle recenti calamità o eventi sismici il ministro ha poi completato il conto: «Se a queste risorse, aggiungiamo i 177 milioni di economie del mutuo Bei 2015, i cui interventi sono stati in questi giorni autorizzati e pubblicati sul sito del Miur, i 321 milioni per l'adeguamento sismico di edifici di proprietà delle province e città metropolitane, i 50 milioni per la messa in sicurezza delle palestre e delle strutture sportive anche questi già autorizzati, i 50 milioni dell'imminente bando relativo alla progettazione di interventi di edilizia scolastica, i 300 milioni per le scuole innovative e i 150 milioni per i poli d'infanzia, raggiungiamo la cifra di 5,3 miliardi che in nove mesi di Governo abbiamo restituito interamente agli enti locali».


© RIPRODUZIONE RISERVATA