Famiglie e studenti

Lingue classiche, si apre la nuova edizione del certamen Ue

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Promuovere una riflessione sul concetto di cittadinanza europea tramite lo studio di autori e testi classici. È l’obiettivo della quinta edizione del Certamen europeo delle Lingue classiche, l’iniziativa organizzata dai licei romani “Dante Alighieri”, “Terenzio Mamiani” e “Torquato Tasso”, di concerto con esperti del mondo accademico italiano e in gemellaggio con il Wilhelmsgymnasium di Monaco di Baviera. L’edizione 2019 si è aperta ieri a Roma con una giornata di studi alla Luiss e prosegue oggi con il concorso vero e proprio, che prevede traduzioni e analisi di testi in greco, latino e saggi brevi .

L’iniziativa
Il Certamen, spiega una nota del Miur, è rivolta agli studenti italiani ed europei iscritti al secondo, quarto e quinto anno dei Licei classici, scientifici, linguistici ed è espressione del cambiamento in atto secondo le disposizioni legislative e attuative in materia di Esame di Stato. Per la partecipazione si richiede agli studenti italiani un voto non inferiore all’otto in latino e in greco (solo per le due sezioni destinate ai Licei classici) e per quelli europei una dichiarazione della scuola frequentata che attesti il livello di conoscenza della lingua latina e/o greca (buono, ottimo o eccellente).
Il concorso si svolge oggi presso il liceo Mamiani, mentre la premiazione si terrà venerdì 22 febbraio alle ore 11.30 presso il Liceo Alighieri. La prova è articolata in tre sezioni: la prima, per il secondo anno dei licei classici, prevede la traduzione di tre brani, la seconda, riservata agli iscritti al quarto e quinto anno, prevede l’analisi , Il primo premio delle tre sezioni - la prima e la seconda riservate agli iscritti al 2, 3 e 4 anno dei classici, la terza agli studenti degli altri licei - ammonta a 200 euro e il secondo a 150 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA