Famiglie e studenti

Maturità, il credito per terzo e quarto anno va indicato già a fine quadrimestre

di Eu. B.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Negli scrutini di fine quadrimestre i consigli di classe per le quinte superiori sono chiamati a un adempimento in più: verbalizzare il credito scolastico che gli studenti hanno maturato in vista della prossima maturità. Da quest’anno, infatti, 40 punti su 100 saranno attribuiti. A ricordarlo è una nota dell’Ufficio scolastico della Lombardia.

La circolare sugli esami
Le istruzioni che il Miur ha inviato alle scuole nei mesi scorsi con la nota 4 ottobre 2018 n. 3050 ricorda che «l’articolo 15 del Dlgs 62/2017 attribuisce al credito scolastico maturato dagli studenti nel secondo biennio e nell'ultimo anno di corso un peso decisamente maggiore nella determinazione del voto finale dell'esame di Stato rispetto alla precedente normativa», elevandolo da 25 a 40 punti. Di cui 12 per il terzo anno, 13 per il quarto anno e 15 per il quinto. Chiedendo alle scuole di renderlo noto alle famiglie entro «gli scrutini di valutazione intermedia». E cioè entro la fine del trimestre o quadrimestre.

La nota dell’Usr Lombardia
In vista di questo adempimento una nota dell’Ufficio scolastico della Lombardia invita i consigli di classe a effettuare «la conversione del credito scolastico conseguito complessivamente nel terzo e nel quarto anno di corso da ciascuno studente» verbalizzandone l’esito. E le scuole a darne notizia attraverso i tradizionali strumenti di comunicazione scuola-famiglie.


© RIPRODUZIONE RISERVATA