Famiglie e studenti

Cosa si studia nei 6 indirizzi

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Il sistema dei licei

Il sistema previsto dal Dpr 89/2010, comprende i licei artistico, classico, linguistico, musicale e coreutico, scientifico e delle scienze umane. Il Dpr 52/2013 ha poi introdotto il liceo scientifico a indirizzo sportivo. I percorsi di liceo scientifico internazionale, di liceo classico europeo e di liceo linguistico europeo continuano ad arricchire in alcuni istituti l’offerta formativa con varie sfumature curricolari, in attesa di specifico provvedimento

1. Artistico

Punta a sviluppare le capacità, sia teoriche, sia pratiche, nelle arti visive, nella progettazione e nella comunicazione. Alla fine del biennio, lo studente può scegliere tra sei indirizzi: arti figurative (con 3 curvature), architettura e ambiente, design (con 8 curvature), audiovisivo e multimediale, grafica, scenografia. L’obiettivo è formare studenti che, oltre a possedere conoscenze e competenze per proseguire gli studi all’università o negli Afam, siano orientati nei campi connessi con il “fare artistico” (comunicazione, pubblicità, pittura e decorazione, architettura, design...)

2. Classico

Garantisce una formazione a tutto tondo della persona. Il contatto con gli studi classici e umanistici permette di acquisire consapevolezza dei valori fondanti della nostra civiltà, all’interno di un quadro che, riservando attenzione anche alle scienze matematiche, fisiche e naturali, consente di cogliere le intersezioni tra i saperi. Contemporaneamente favorisce lo sviluppo di competenze trasversali che consentono di affrontare in modo agevole qualunque percorso universitario e professionale

3. Linguistico

Dal 2010 è diventato un autonomo percorso liceale che consente lo studio di più sistemi linguistici e culturali, l’utilizzo costante della
lingua straniera e lo sviluppo di competenze necessarie
per acquisire la padronanza comunicativa di tre lingue, oltre l’italiano, con un livello di padronanza almeno del livello B2 del Qcer. Si possono studiare francese, spagnolo, tedesco, cinese, e altre
ancora a seconda della scelta della scuola

4. Musicale e coreutico

Favorisce l’apprendimento tecnico-pratico della musica e della danza e lo studio del loro ruolo nella storia e nella cultura. Guida lo studente a sviluppare le competenze necessarie a padroneggiare i linguaggi musicali e coreutici nelle fasi di composizione, interpretazione, esecuzione e rappresentazione

5. Scientifico

Il curricolo equilibra le materie umanistiche (italiano, latino e filosofia) e quelle scientifiche (matematica, fisica e scienze naturali) approfondite anche attraverso la pratica laboratoriale. Fornisce una preparazione adatta ad affrontare tutti i tipi di corsi di studio universitario. In particolare, fornisce una base solida per affrontare facoltà quali fisica, matematica, ingegneria e medicina. Al suo interno è prevista anche l’opzione Scienze applicate, più incentrata sulle scienze matematiche, fisiche, chimiche, biologiche, della terra, all’informatica e alle loro applicazioni e sui laboratori pratici. Non si studia il latino. C’è infine l’indirizzo sportivo (con al massimo una sezione per istituto) che approfondisce una o più discipline sportive, all’interno di un quadro culturale che favorisce l’acquisizione delle conoscenze e dei metodi propri delle scienze matematiche, fisiche e naturali nonché dell’economia e del diritto

6. Scienze umane

È l’erede della tradizione pedagogica dell’istituto magistrale e del liceo socio-psico-pedagogico. Il percorso didattico affronta lo studio delle scienze umane mediante gli apporti specifici e interdisciplinari della cultura pedagogica, psicologica e socio-antropologica. Nel biennio si studiano elementi di psicologia, sociologia e statistica; al triennio viene introdotto lo studio della pedagogia e della metodologia della ricerca socio-psico-pedagogica che permette agli allievi di conseguire competenze e abilità specialistiche spendibili anche nel mondo del lavoro.
Il curricolo offre un naturale sbocco verso un’ampia scelta di facoltà universitarie.
Al suo interno prevede l’opzione economico-sociale che fornisce competenze negli studi afferenti alle scienze giuridiche, economiche e sociali


© RIPRODUZIONE RISERVATA