Famiglie e studenti

Iscrizioni, inviate le prime 61mila domande

di Eu.B., Cl. T.

Partenza lenta per le iscrizioni a scuola. Alle 18.30 di ieri sera erano 76mila le domande inserite attraverso la piattaforma online messa a punto sul ministero dell’Istruzione. Di queste, 61mila risultavano inviate. Su 1,5 milioni di studenti - tra elementari, medie e superiori - interessati alla procedura. Per tutti gli altri c’è tempo fino alle ore 20 del 31 gennaio, anche per chi non ha pc e deve chiedere aiuto alla stessa scuola.

I 24 giorni ancora a disposizione potranno essere usati per ponderare bene la scelta che le famiglie stanno per compiere. Un consiglio in tal senso è arrivato dallo stesso ministro Marco Bussetti. Intervenendo a Unomattina il titolare di viale Trastevere ha invitato a rispettare le «attitudini» dei ragazzi.

Nel ricordare che la procedura online vale solo per l’iscrizione in prima classe e che sono dispensate le scuole dell’infanzia, che utilizza ancora la carta (per le paritarie la scelta spetta ai singoli istituti, ndr) in questa sede va ribadito che quello partito ieri non è un “click day”. L’ordine di presentazione non può essere titolo preferenziale per l’accoglimento della domanda. Altri saranno i requisiti da tenere presenti come ricorda la circolare emanata a novembre dal Miur. Il compito di inviduarli tocca alle singole scuole. Con alcuni paletti: sì alla vicinanza con l’abitazione e agli impegni lavorativi dei genitori. No a test di valutazione o rapporti di parentela con i dipendenti dell’istituto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA