Personale della scuola

Manovra, Di Maio: assunzioni per 2mila insegnanti e 12mila bidelli

di Al. Tr.

«Tempo prolungato nelle scuole elementari, che significa assumere 2 mila insegnanti in più: fatto. E facciamo ritornare anche a casa un po’ di insegnanti della “Buona scuola” mandati in giro in tutta Italia con un algoritmo impazzito creato dal Pd». Così in un video su Facebook il vicepremier Luigi Di Maio riassume alcune misure per la scuola contenute dalla manovra di bilancio, che prevede anche l’ingresso di 12mila bidelli, ai quali - dopo anni di tentativi di esternalizzare gli appalti - verranno affidati i servizi di pulizia.«Quelli di prima avevano regalato ad alcune cooperative le pulizie delle scuole - spiega Di Maio - ora arrivano 12 mila assunzioni con persone direttamente assunte dalle scuole per fare le pulizie».

Se a queste assunzioni si aggiungono, poi, i 400 prof degli istituti musicali già previsti dal ddl di bilancio originario , la scuola diventa il settore del pubblico impiego più “gratificato” dalla manovra del governo gialloverde.

Le assunzioni dei collaboratori scolastici
In realtà i collaboratori che verranno stabilizzati sono 18mila, ma visto che per alcuni il contratto è part time il risultato sarà la copertura dei 12mila posti annunciati da Di Maio. La norma contenuta nella legge di bilancio dispone la stabilizzazione nel profilo di collaboratore scolastico del personale delle imprese di pulizia già impegnato nello svolgimento dei servizi a decorrere dal 1999. Le assunzioni partiranno dal ° gennaio 2020, dopo una selezione per titoli e colloqui.


© RIPRODUZIONE RISERVATA