Famiglie e studenti

Educazione civica, dalla Lega una proposta di legge per renderla obbligatoria

di Al. Tr.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Rendere l’educazione civica «obbligatoria in tutte le scuole italiane». È l’obiettivo di una proposta di legge presentata ieri dalla Lega in una conferenza stampa con il vicepremier Matteo Salvini e i ministri dell’Istruzione, Marco Bussetti, e della Famiglia, Lorenzo Fontana. Si tratta di un progetto condiviso con «gli alleati», ha spiegato il deputato leghista Massimiliano Capitanio, che punta a disegnare «un percorso che accompagni i bimbi dalla scuola materna fino alla secondaria di secondo grado».

In arrivo anche formazione per i docenti
Nelle ore di educazione civica si «parlerà di Costituzione, cittadinanza digitale, educazione ambientale, alla salute e stradale», ha spiegato il ministro Bussetti nel corso della conferenza stampa. «Lavoreremo con attenzione - ha aggiunto - anche alla formazione dei docenti”. La proposta della Lega, secondo quanto riferito dal deputato della Lega Capitanio, inizierà il suo iter in commissione Cultura alla Camera a gennaio.

Salvini: rimettere al centro la scuola
«Scuola, educazione e inclusione troppo importanti per essere superati dagli “zero virgola” e dalle polemiche inesistenti » ha dichiarato il vicepremier Salvini, secondo il quale è «necessario rimettere al centro la scuola, un mondo vissuto a lungo come serbatoio elettorale». Il leader del Carroccio ha evidenziato la mancanza di rispetto di cui spesso sono protagonisti ragazzi ma talvolta anche genitori:«È inaccettabile che venga messa in discussione la serietà e la onorabilità di chi sta dietro la cattedra» ha detto, «ho letto di quel ragazzino che ha preso 3 e ha fatto causa all’insegnante. Ma quando accadeva a me io dovevo preoccuparmi di mio padre. Sono cose fuori dal mondo e bisogna imparare il rispetto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA