Famiglie e studenti

Caos «buoni libro» agli immigrati, Zaia corregge il tiro: per ora ok all’autocertificazione

S
2
4Contenuto esclusivo S24

La Regione Veneto «si accontenterà per ora dell’autocertificazione» sui redditi
all’estero di cittadini extracomunitari per i “buoni libro” esigendo la documentazione dai consolati sul reddito degli interessati in un secondo tempo. Lo ha annunciato il presidente
del Veneto Luca Zaia, a margine di una cerimonia a Miane. «Se il cittadino vuole il muro contro muro, in quanto ritiene di non dover presentare nulla - ha aggiunto - non avrà diritto
al contributo».

Per Zaia, la discussione nata attorno alle nuove norme a carico delle famiglie straniere per ottenere le agevolazioni per l’acquisto dei testi scolastici «è una tempesta in un bicchier d’acqua», ha concluso.

La richiesta del Pd
A chiedere l’ok all’autocertificazione era stato anche il Pd: «Il bonus libri è un contributo statale che la regione poi gira ai comuni, non sono soldi messi a disposizione dalla Giunta - spiegano i dem - La regione dia immediata indicazione alle amministrazioni locali affinché tutte le domande vengano accettate con le autocertificazioni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA