Famiglie e studenti

M5S Puglia si taglia stipendi e dona 257 mila euro per finanziare 27 progetti scolastici

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Il Movimento 5 Stelle dona in Puglia 257 mila euro a 27 istituti scolastici per finanziare
altrettanti progetti nell'ambito di “FacciamoScuola”, l'iniziativa nazionale auto-finanziata con un milione di euro ricavato dai tagli degli stipendi dei consiglieri regionali. I dettagli sono stati presentati ieri a Bari in conferenza stampa dal gruppo consiliare cinquestelle, con l'intervento, in collegamento da Roma, del sottosegretario al Miur Salvatore Giuliano, che si è soffermato in particolare sull'inclusione sociale, definendola «un tema molto caro al governo».


Sui 59 progetti presentati dalle scuole pugliesi saranno realizzati, con un finanziamento massimo di 10 mila euro, i 27 più votati dagli iscritti pugliesi sulla piattaforma Rousseau.
Nel dettaglio saranno 7 progetti nella provincia di Bari, 6 in quella di Taranto, 4 in quella di Foggia e 3 rispettivamente nelle provincie di Brindisi, Lecce e Bat. Le iniziative spaziano - è stato spiegato - dalla realizzazione di un orto didattico e di una serra per aiutare i ragazzi
diversamente abili all'abbattimento delle barriere architettoniche.

Spazio anche a progetti che riguardano le nuove tecnologie con robot a sostegno degli studenti autistici o la realizzazione di un laboratorio di robotica educativa, l'acquisto di Lim, tablet e attrezzature informatiche per realizzare delle “aule 3.0” e dei laboratori digitali.


Finanziati anche progetti legati al mondo dello sport, alla pet therapy ed al contrasto della dispersione scolastica. «Fino ad oggi - ha sostenuto il capogruppo cinquestelle, Cristian Casili - grazie alle nostre restituzioni siamo felici di aver donato ai pugliesi oltre 390 mila euro. Grazie al taglio dei nostri stipendi manteniamo un'ulteriore promessa legata a
“FacciamoScuola”, dopo aver già destinato con il primo Restitution Day ben 132 mila euro alla sanità pugliese e ai più piccoli per acquistare sale cinema, macchinari e attrezzature
donate ai reparti di pediatria».


© RIPRODUZIONE RISERVATA