Famiglie e studenti

Unhcr, 4 milioni di bambini rifugiati senza istruzione

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Nel mondo sono quattro milioni i bambini rifugiati che non frequentano la scuola, in aumento di mezzo milione in un solo anno. È quanto emerge dal rapporto “Turn the Tide: Refugee Education in Crisis” pubblicato ieri dall'agenzia delle Nazioni unite per i rifugiati (Unhcr).


Il dossier evidenzia che nonostante gli sforzi di governi, Unhcr e partner, l'iscrizione dei bambini rifugiati a scuola non riesca a tenere il passo con la crescente popolazione di
rifugiati. A fine 2017, si calcolavano oltre 25,4 milioni di rifugiati nel mondo, di cui 19,9 milioni sotto il mandato dell'Unhcr. Più della metà, il 52%, erano minori e di questi 7,4
milioni in età scolare. Solo il 61% dei bambini rifugiati frequenta la scuola primaria, rispetto al 92% dei bimbi nel mondo.


«L'istruzione è un modo per aiutare i bambini a guarire, ma è anche la chiave per ricostruire il loro Paese», ha affermato Filippo Grandi, Alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati. «Senza istruzione, il futuro di questi bambini e delle loro comunità sarà irrimediabilmente danneggiato».


Con l'età, evidenzia il rapporto, il divario aumenta: quasi due terzi dei bambini rifugiati che frequentano la scuola elementare non continuano gli studi. In totale, il 23% dei bimbi rifugiati frequenta la scuola secondaria, rispetto all'84% dei coetanei su scala globale.
Per quanto riguarda l'istruzione superiore, l'Unhcr evidenzia una situazione «particolarmente critica»: se nel mondo l'iscrizione scolastica su questo livello è pari al 37%, nel caso dei rifugiati la percentuale scende all'1%, cifra rimasta invariata nel corso degli ultimi tre anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA