Famiglie e studenti

Unicef-Oms, 570 milioni di bambini senza acqua potabile a scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Oltre mezzo miliardo di bambini frequenta scuole dove non c'è acqua potabile, e più di 600
milioni non hanno accesso a servizi igienici. A dirlo è un rapporto firmato dall'Unicef e dall'Organizzazione Mondiale della sanità (Oms).

Diffuso in occasione della settimana mondiale dell'acqua in corso a Stoccolma, il dossier evidenzia che su scala globale il 31% delle scuole non è raggiunto da acqua pulita, che quindi non è a disposizione di 570 milioni di bambini. Nel 34% delle scuole, frequentate da 620 milioni di giovanissimi, mancano i bagni o non sono funzionanti. In quasi una scuola su due (47%, circa 900 milioni di bambini) non ci sono prodotti igienici come il sapone.


La situazione più grave è nei Paesi meno sviluppati, dove circa la metà dei bambini non ha acqua potabile né servizi igienici e sanitari a scuola. L'impatto maggiore, poi, è sulle scuole materne ed elementari, e dunque si riflette sui più piccoli e vulnerabili. La diarrea causata da acqua sporca e mancanza di servizi igienici uccide infatti un bambino sotto i 5 anni ogni due minuti.


In base ai dati, un terzo delle scuole elementari non mette a disposizione acqua pulita e bagni, rispetto a un quarto delle scuole secondarie. «Se l'istruzione è la chiave per aiutare i bambini a sfuggire alla povertà, l'accesso all'acqua e ai servizi igienici è la chiave per aiutare i bambini a massimizzare la loro istruzione in modo sicuro. Trascurare questo significa essere incuranti del benessere e della salute dei bambini», ha detto Kelly Ann Naylor, responsabile dell'Unicef per acqua e servizi igienici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA