Famiglie e studenti

Biennale dei licei artistici con 200 opere

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Dipinti, fotografie, computer grafica, sculture, video, installazioni, 200 opere da 150 licei
artistici, da Trieste a Siracusa, in mostra al ministero dell'Istruzione e a WeGil, lo spazio della Regione Lazio per la seconda edizione della Biennale nazionale dei licei artistici.
La creatività e la fantasia degli studenti è stata messa alla prova sul tema del “Viaggio”, inteso come dimensione che coincide con il cammino e con l'esistenza, per una mostra,
curata da Mariagrazia Dardanelli, presidente di ReNaLiArt (Rete nazionale dei licei artistici), che è anche un concorso: le opere vincitrici e quelle cui è stata riconosciuta una menzione speciale sono state premiate oggi al Miur.


«La qualità è alta, tutte le opere sono meritevoli, il catalogo è straordinariamente ricco, grande creatività e grande visione - ha detto la ministra Valeria Fedeli, consegnando i
premi -. Come lo scorso anno, ho ritenuto importante esporre le opere al ministero, nella convinzione che la produzione del lavoro che si fa nelle nostre scuole debba trovare spazio in
contesti dove tutti i cittadini possano vederla. È importante aprire questo palazzo, le famiglie, prenotandosi, potranno venire a vedere le opere dei loro ragazzi».

A vincere il concorso il liceo artistico statale “G. Carducci” di Volterra, con l'opera dal titolo Garbuglio NOF4, sezione arti figurative plastico scultoree. Secondo classificato il liceo artistico Statale “Giovanni Sello” di Udine per l'opera “MeravigliosaMente”, sezione audiovisivo e multimediale, un'operazione di videomapping proiettata sulla facciata del
Castello di Susans (Majano, Udine). Terzo classificato il liceo artistico statale “Enzo Rossi” di Roma per l'opera “Memorie del viaggio”, sezione arti figurative scultura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA