Famiglie e studenti

L’Accademia della Crusca bacchetta il Miur: abbandona l’italiano

S
2
4Contenuto esclusivo S24


L'Accademia della Crusca striglia il ministero dell'Istruzione. Nel mirino dei linguisti c'è un
documento in particolare: il Sillabo programmatico, pubblicato a marzo e dedicato alla promozione dell'imprenditorialità nelle scuole statali secondarie di secondo grado.

Secondo i professori del team dell'Accademia Incipit, specializzato nella “lotta” al dilagare dell'anglicismo facile nell'uso della lingua, sostanzialmente, il documento testimonia l'«abbandono dell'italiano», da parte del Miur, in favore di un «sovrabbondante e non di rado inutile» ricorso all'inglese.

«Concretamente - è scritto in un testo del team Incipit - questo pare il messaggio del “Sillabo”: per imparare a essere imprenditori non occorre saper lavorare in gruppo, bensì conoscere le leggi del “team building”, non serve progettare, ma occorre conoscere il “design thinking”, essere esperti in “business model canvas” e adottare un approccio che sappia sfruttare la “open innovation”, senza peraltro dimenticare di comunicare le proprie idee con adeguati “pitch deck” e “pitch day”».


© RIPRODUZIONE RISERVATA