Enti e regioni

apprendistato

di Claudio Tucci

Confindustria entra nell’Alleanza europea per gli apprendistati, il grande network, promosso dalla commissione Ue, che mette insieme istituzioni, organizzazioni di imprese, sindacati, camere di commercio e centri di formazione professionale con l’obiettivo comune di migliorare la qualità dell’offerta formativa e valorizzare il ruolo educativo delle imprese.

A firmare, oggi, a Bruxelles, presso il parlamento europeo, l’adesione degli industriali italiani all’iniziativa è il vice presidente di Confindustria per il Capitale umano, Gianni Brugnoli. «L’apprendistato - ha detto Brugnoli - è la via maestra per entrare nel mercato del lavoro, ma tanti giovani non lo sanno e dobbiamo parlare direttamente a loro attraverso le nostre reti territoriali e di settore. Ci impegniamo inoltre a dare impulso a una semplificazione complessiva dell’istituto, ancora troppo complicato per le pmi».

La sfida è spingere sull’apprendistato “duale”, che permette di conseguire un titolo di studio lavorando, come risposta anche al mismatch oggi presente in Italia (un’azienda su tre non trova il personale di cui ha bisogno). «Vogliamo cogliere le opportunità che l’Europa ci offre - ha chiosato Brugnoli -. E l’apprendistato rappresenta lo strumento più efficace per rispondere ai bisogni di competenze delle nostre aziende».


© RIPRODUZIONE RISERVATA