Enti e regioni

A marzo primo balzo per i giovani: +68mila under35 occupati

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

A marzo 2018 si conferma la ripresa dell’occupazione nell’anno in corso, dopo la battuta d’arresto osservata a fine 2017. Un aspetto di rilievo nell’ultimo mese è la crescita dell’occupazione giovanile: +68 mila occupati 15-34enni. Sull’anno ci sono 40mila under25 occupati in più. Si tratta in prevalenza di rapporti a termine. Finora i nuovi sgravi introdotti dalla legge di bilancio 2018 non hanno ancora prodotto risultati occupazionali significativi.

La crescita tendenziale dell’occupazione si distribuisce per genere e si concentra nei giovanissimi (15-24enni) e soprattutto negli over 50, per effetto sia dell’aumento dell’età pensionabile sia dei fattori demografici.

La fotografia dell’Istat
L’ultimo dato diffuso ieri dall’Istat evidenzia anche un nuovo calo del tasso di disoccupazione giovanile che si attesta, a marzo, al 31,7 per cento (-0,9 punti percentuali). Restiamo tuttavia distanti anni luce dalla Germania, con il 6,1% grazie al sistema di formazione duale. Peggio dell’Italia, solo Grecia (42,3%, dato di gennaio) e Spagna (35 per cento).


© RIPRODUZIONE RISERVATA